Camperistica, 2020 positivo

Già l'estate prometteva bene: oltre un milione i camperisti in viaggio lungo la nostra Penisola, e soprattutto quel +104 per cento delle immatricolazioni del mese di luglio rispetto a luglio 2019 che aveva fatto recuperare in un solo mese le perdite registrate durante il lockdown. Ora sono stati resi i noti i numeri complessivi del 2020 che hanno confermato l'annata positiva per il settore della camperistica in Italia

Dal 1 gennaio al 31 dicembre le immatricolazioni di camper nuovi sono state 6.545, pari al 7,44 in più nel confronto con l'anno prima. Superato anche il fermo fabbrica primaverile causato dalla pandemia da Covid. Oltre l'80 per cento delle ventimila unità prodotte ha preso la via dell'export, in primis verso la Germania.

Ha dichiarato Simone Niccolai, presidente dell'Associazione Produttori Caravan e Camper: "I nostri indicatori ci dicono che la domanda resterà alta e non solo per motivi di sicurezza sanitaria. I concessionari stanno preordinando a livelli sostenuti. Siamo quindi molto fiduciosi nell'andamento delle vendite per il 2021". Fra diretti e indiretti il settore dà lavoro a settemila persone, fattura più di 900 milioni di euro e alimenta un giro d'affari importante per i fornitori della filiera, la maggior parte dei quali italiani.

  • Rapporto Aniasa, (quasi) niente di buono
    18 giugno 2021 - Frena la mobilità a noleggio e in sharing: crollano il breve termine e l'auto condivisa, tiene il lungo termine. È l'estrema sintesi del 20° Rapporto Aniasa, stato dell'arte dei servizi della mobilità. Il rent-a-car è stato fortemente penalizzato dalla scomparsa dei viaggi e in particolare del turismo internazionale; quello nazionale, riattivatosi...

  • Commerciali: no incentivi, no party
    16 giugno 2021 - Esaurito il contributo degli incentivi governativi, il mercato dei veicoli commerciali in maggio segna una stagnazione con 17.750 unità immatricolate rispetto alle 17.826 dello stesso mese 2019 (-0,4 per cento, il confronto con il 2020 rimane ancora non attendibile). I primi 5 mesi, secondo le stime del Centro Studi e Statistiche Unrae...

  • Rc Auto, premi al ribasso
    14 giugno 2021 - Il calo progressivo dei premi Rc Auto - nel primo trimestre 2021 assestato su un valore medio di 367 euro (-6,3 per cento su base annua) - sta riducendo la forbice tra Nord e Sud Italia. Secondo l'ultimo bollettino Ivass, anche se i "prezzi risultano fortemente differenziati tra le province", come rileva il presidente Signorini, "si fa meno profondo...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK