Citroen Italia ha festeggiato
in Toscana i 70 anni della 2CV

Con un'originale iniziativa organizzata in Toscana dal Centro documentazione di Citroen, la Filiale italiana del Double Chevron ha festeggiato i 70 anni della 2CV. Dodici esemplari dell'iconica vettura transalpina, appartenenti a collezionisti del Belpaese, hanno sfilato tra le colline senesi per confluire a Sinalunga. Qui, hanno catalizzato le attenzioni di curiosi e appassionati del mondo dei motori. Ai giornalisti intervenuti all'evento è stata offerta la possibilità di rigustare le emozioni di guida che solo la bicilindrica francese sapeva offrire.

La gestazione della 2CV, complice la seconda guerra mondiale, durò più o meno dodici anni. Nel 1939, infatti, erano già pronti circa 250 prototipi che furono passati in rassegna da Pierre-Jules Boulanger, allora alla direzione del brand. La storia vuole che Boulager estrasse dalla busta un cappello in paglia, di quelli usati dai contadini, che calzò prima di provare a salire su ciascuno dei prototipi. L'idea di Boulanger era semplice: il contadino, target commerciale di allora per il modello, non si separa mai dal suo cappello. Se non può entrare e scendere dalla vettura col cappello in testa, allora vuol dire che l'auto non va bene.

Così iniziò il mito di una macchina che ha fatto epoca e che ha segnato il costume in Francia e in Europa, diventando un simbolo di libertà e spensieratezza, oltre che una stella del cinema e una protagonista di movimenti culturali. Le dodici auto presenti all'evento celebrativo rappresentavano diversi momenti di questi settant'anni di successi motoristici.

L'esemplare più anziano era un modello del 1948, una Tipo A di 495 kg di peso, equipaggiata con un bicilindrico di 375 cc da 9 Cv di potenza massima, capace di raggiungere i 65 km/h di velocità massima. La più recente, prodotta nel 1982, era una rappresentante dell'ultima serie, la 6 Special, con propulsore di 602 cc da 29 Cv, per viaggi in relax garantiti da un'andatura massima di 115 km/h. Da citare tra le presenti anche tre modelli unici: una 2CV 6 Transat, una 2CV 6 Country e una specialissima 2CV 5 Soleil, quella realizzata su disegno del pittore parigino Serge Gevin.



  • Da Ania-Polstrada i kit 'Street control'
    14 dicembre 2018 - Il 6,3 per cento del totale veicoli, con punte del 10 nel sud Italia, circola senza essere assicurato. È il dato allarmante - che riguarda 2,8 milioni di vetture - emerso al convegno nazionale 'La sicurezza stradale: tra esigenze di sicurezza, tecniche investigative e tutela amministrativa', organizzato a Cagliari dalla Polstrada. Da qui il protocollo...

  • Auto elettrica: allarme lavoro
    12 dicembre 2018 - Finora si è sempre parlato dei positivi effetti ambientali legati a un passaggio sempre più massiccio alla mobilità elettrica. Qualcuno però ha cominciato ora a considerare anche quali potranno essere le conseguenze per il mondo dell’industria automotive, e in particolare per quel che concerne l’occupazione. Ebbene...

  • Gomme online: ma l'Iva chi la paga?
    10 dicembre 2018 - Se si acquistano online pneumatici eccessivamente a buon mercato, è molto probabile che il venditore abbia evaso l'Iva. Lo rileva un articolo pubblicato sul Sole 24 Ore, a firma di Anna Abagnale e Benedetto Santacroce, che punta il dito su "certe pubblicità che accennano a vendite in regime di esenzione". Una "concorrenza sleale...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK