Evento “Eva al Volante”: donne alla guida
di auto storiche alla scoperta della Toscana

Si chiama "Eva al Volante", l'evento dell'Automotoclub Storico Italiano in programma dal 13 al 15 marzo prossimi e dedicato al mondo delle auto storiche al femminile. La manifestazione prevede, infatti, solo donne che alla guida delle vetture andranno alla scoperta della Toscana viaggiando sulle strade tra Firenze e Siena. L'evento farà base al Resort Borgo la Bagnaia, sulle colline senesi, da dove gli equipaggi partiranno alla volta di Siena, Firenze e Greve in Chianti.

Sono previste visite guidate nei centri storici delle città e anche al Museo Gucci. I trasferimenti in auto prevedono alcune prove di precisione cronometrica. L'iniziativa intende celebrare il legame tra le donne e le automobili, un amore che risale alle origini delle automobili stesse, grazie alle prime pioniere che si cimentarono alla guida negli ultimi anni del 1800 e all'inizio del 1900.

Un legame che si è via via consolidato nei decenni successivi grazie alle competizioni, nelle quali si sono espresse con successo molte intraprendenti e battagliere signore. Anche l'automobile ha sempre amato la donna, celebrandone 'la grazia, la snellezza, la vivacità , la disinvolta levità nel superare ogni scabrezza', come scrisse Gabriele D'Annunzio in un suo memorabile messaggio inviato il 18 febbraio 1920 al Senatore Giovanni Agnelli, dopo aver provato una Fiat 509 e aver quindi definito, per la prima volta, l'automobile al femminile.

La storia delle automobiliste italiane è ricca di figure quasi leggendarie. Tra queste vale la pena ricordare la contessa veneziana Elsa Albrizzi, prima donna patentata d'Italia, che organizzò raduni automobilistici nella sua residenza estiva di Este, e nel 1899 fondò il Club Automobilisti Veneti diventandone la prima presidente e ideando una 'Prova di resistenza per veicoli automobili, province venete': una sorta di competizione ante litteram su un percorso di ben 172 km tra Padova, Vicenza, Thiene, Bassano e Treviso.

Dalle nobili alle sportive tra le quali spicca la prima donna della Formula 1: fu Maria Teresa De Filippis, che debuttò al Gran Premio del Belgio nel 1958 al volante della Maserati 250F.



  • AsConAuto: appello ad agire insieme
    3 aprile 2020 - Dopo i drammatici dati delle immatricolazioni auto, che hanno registrato a marzo una flessione di circa l'86 per cento, il mondo automotive lancia un grido d'allarme per l'intera filiera. Fabrizio Guidi, presidente di AsConAuto, rileva come la rete associativa dei Consorzi di Concessionari stia mantenendo, finché sarà possibile, il proprio servizio...

  • Unrae, per l'auto un piano di protezione
    1 aprile 2020 - Tre miliardi di euro in 18-24 mesi per ripartire. È la cifra quantificata da Unrae, alla luce di quel -85,6 per cento a quota 28.326 unità registrato a marzo dal mercato auto in Italia, per rimettere in carreggiata il settore. Settore che rappresenta circa il 10 per cento del Pil e che vede a rischio il 15-20 per cento degli attuali 150mila addetti. Secondo...

  • Coronavirus: il caso Toyota
    30 marzo 2020 - Per capire quello che potrebbe accadere alle case costruttrici del settore automotive in seguito all’emergenza per il coronavirus, può essere esemplare prendere come riferimento il caso della Toyota, secondo produttore mondiale di autoveicoli. Ebbene, il marchio giapponese ha richiesto alle banche del proprio Paese l'apertura di una linea...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK