Scenari da Fase 2: la mobilità diventa sempre
più individuale, e l’auto è il mezzo preferito

Si fa sempre più ricorso all'auto privata e cresce la propensione ad acquisti online e al noleggio. È questo lo scenario che si va delineando sempre di più con riferimento alla mobilità post Covid-19, con le regole di distanziamento sociale che spingono sempre più verso una mobilità individuale. E l'auto si conferma il mezzo preferito per spostarsi.

A giugno, come emerge dalla survey mensile "Come cambiano le abitudini degli italiani ai tempi del Covid", condotta a cavallo tra i mesi di maggio e giugno da Aretè (azienda fondata da Massimo Ghenzer), lo scenario determinato dall'emergenza Covid-19 resta ancora molto fluido. Quasi il 67 per cento degli italiani è intenzionato a utilizzare l'auto per gli spostamenti abituali quando la situazione sarà tornata alla normalità.

Solo l'11 per cento si dichiara pronto a salire sui mezzi pubblici, mentre il 7 per cento (-11 per cento rispetto allo scorso mese) utilizzerà la bici. Inoltre, 4 italiani (erano 5 nella rilevazione di maggio) su 10 scelgono l'auto per ragioni di sicurezza, al fine di evitare eventuali contagi, mentre altri 4 l'hanno sempre utilizzata.

Cambiano anche le modalità di acquisto (contanti, finanziamenti o formule innovative come il noleggio a lungo termine) con il 30 per cento del campione che si dice favorevole ad avviare la trattativa online, mentre il 70 per cento preferisce andare in concessionaria. Tra i "digital addicted' quasi la metà vorrebbe utilizzare WhatsApp per fornire e acquisire informazioni ed entrare in contatto con il dealer, 1 su 4 preferirebbe invece utilizzare Skype.



  • Novembre: mercato auto ancora in rosso
    2 dicembre 2020 - Di nuovo in rosso il mercato dell'auto in Italia a novembre. Finito l'effetto degli incentivi estivi, dopo un ottobre già negativo, le immatricolazioni di veicoli nuovi scendono in modo allarmante a 138.405 unità, in calo dell'8,3 per cento rispetto alle 151.001 dello stesso periodo 2019. Il tutto in considerazione del giorno lavorativo...

  • Il 10 dicembre è Futurmotive
    30 novembre 2020 - L'arena non può che essere digitale, ma relatori e contenuti sono un invito a iscriversi: il 10 dicembre a partire dalle 9.30, all'interno di Autopromotec, va in scena Futurmotive. Il format scelto dagli organizzatori ricalca quello del modello televisivo. "Per cercare di catturare al meglio l'attenzione degli operatori del settore", ha detto l'AD Renzo...

  • Autoriparazione, normalità solo a metà 2021
    27 novembre 2020 - Ancora lontana la ripresa dalla pandemia per il settore dell'assistenza auto. Soltanto il 14 per cento delle officine di autoriparazione prevede di ripristinare l'attività di officina ai livelli pre-Covid già entro la fine del 2020. C'è poi un 20 per cento delle officine che pensa a un ritorno alla normalità nel corso del primo trimestre del 2021 e un 28 per cento...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK