Sicurezza al volante: ecco l’app che offre
assistenza al conducente in caso di incidente

Novità per la sicurezza stradale: in arrivo Ifapp, l'applicazione-scatola nera, una nuova procedura automatica che intende offrire assistenza al conducente rimasto vittima di un sinistro e che ha difficoltà a gestire l'incidente. Tale procedura, innovativa, la prima in Italia, è stata approvata dal ministero dello Sviluppo Economico e brevettata. Ne dà notizia con un comunicato l'inventore della app, Fabrizio Pompilio, barese, docente di diritto assicurativo all'Università Popolare degli Studi di Milano, esperto di conciliazione assicurativa, che da molti anni si occupa della gestione di liquidazione di sinistri assicurativi, come patrocinatore stragiudiziale.

"Esaminando la realtà quotidiana - ha spiegato Pompilio - non solo ho avvertito l'importanza di un'assistenza all'assicurato nella fase preventiva fornendo allo stesso tutte quelle informazioni che sono in grado di favorire il conducente dell'automezzo, ma ho anche notato una grossa lacuna organizzativa dal momento in cui si verifica il sinistro.

Dopo aver approfondito i casi - continua Pompilio -, ho cercato di creare un collegamento tra le situazioni giuridiche, che si aprono al momento di un sinistro e le possibilità operative necessarie per far scattare da un lato un pronto intervento per aiutare la persona vittima del sinistro e nello stesso tempo per allertare istituzioni assicurative e di pronto intervento per ridurre al minimo le conseguenze anche economiche collegate all'evento e quindi all'incidente.

Lo studio mi ha portato ad individuare un sistema in grado di offrire una risposta nuova ed originale, ma nello stesso tempo concreta e reale, alle esigenze dell'automobilista. Ifapp - ha annunciato Pompilio - è dunque il sistema che dà questa risposta, che elimina la procedura tradizionale, perché, una volta impostato prima della partenza il programma di rilevazione e segnalazione, il servizio procede in modo automatico.

In secondo luogo lo strumento, per far scattare la segnalazione, non ha bisogno, dopo la sua impostazione, di ulteriori interventi dell'uomo. Il sistema elettronico è in grado da solo di rilevare e notificare l'incidente, in quanto dotato di rilevamento indipendente e di conseguente notifica dell'incidente stesso: una vera novità" ha concluso Pompilio.

  • AsConAuto: appello ad agire insieme
    3 aprile 2020 - Dopo i drammatici dati delle immatricolazioni auto, che hanno registrato a marzo una flessione di circa l'86 per cento, il mondo automotive lancia un grido d'allarme per l'intera filiera. Fabrizio Guidi, presidente di AsConAuto, rileva come la rete associativa dei Consorzi di Concessionari stia mantenendo, finché sarà possibile, il proprio servizio...

  • Unrae, per l'auto un piano di protezione
    1 aprile 2020 - Tre miliardi di euro in 18-24 mesi per ripartire. È la cifra quantificata da Unrae, alla luce di quel -85,6 per cento a quota 28.326 unità registrato a marzo dal mercato auto in Italia, per rimettere in carreggiata il settore. Settore che rappresenta circa il 10 per cento del Pil e che vede a rischio il 15-20 per cento degli attuali 150mila addetti. Secondo...

  • Coronavirus: il caso Toyota
    30 marzo 2020 - Per capire quello che potrebbe accadere alle case costruttrici del settore automotive in seguito all’emergenza per il coronavirus, può essere esemplare prendere come riferimento il caso della Toyota, secondo produttore mondiale di autoveicoli. Ebbene, il marchio giapponese ha richiesto alle banche del proprio Paese l'apertura di una linea...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK