Toscana: master universitario salva azienda
automotive con conversione all’elettrico

Fornire le competenze chiave per affrontare le sfide del futuro sulla mobilità smart e sostenibile, riconvertendo la produzione dell'azienda verso l'elettrificazione dei veicoli sono le finalità  del corso di perfezionamento dell'Università di Pisa in "Automotive Electronics and Powertrain Electrification" che da febbraio a dicembre 2020 ha coinvolto 100 dipendenti delle sedi di San Piero a Grado e Fauglia (Pisa) di Vitesco Technologies.

Nei giorni scorsi c'è stata la consegna degli attestati ai primi diplomati. "A causa della rapida transizione alle tecnologie della mobilità elettrica - ha spiegato una nota dell'ateneo - Vitesco Technologies aveva annunciato consistenti tagli a partire dal 2023 ma in breve tempo i responsabili degli stabilimenti pisani, con Università, Confindustria Pisa e Regione Toscana, sono riusciti a creare un percorso formativo universitario con rilascio di crediti formativi, che risponde alla necessità di formare personale qualificato per la trasformazione tecnologica".

Andrea Caiti, direttore del dipartimento di Ingegneria dell'informazione, spiega che i docenti "hanno trasmesso conoscenze chiave per lo sviluppo della componentistica di auto ibride ed elettriche per quasi 500 ore di lezioni e laboratori, in modo tale che gli stabilimenti pisani di Vitesco abbiano la possibilità di innovare e restare strategici, con una ricaduta importante sul tessuto produttivo e sociale del territorio".

Il corso di perfezionamento è diretto da Sergio Saponara, docente di Elettronica dei Veicoli e uno dei maggiori esperti in Italia di automotive, auto elettrica e sistemi di nuova generazione per industria 4.0: "È stata una grande opportunità - ha detto - per trasferire il know-how acquisito in numerosi programmi di ricerca europei in un corso di specializzazione per veicoli di nuova generazione e consolidare la presenza di un'importante multinazionale in Toscana. È il primo passo di una collaborazione tra Vitesco e ateneo pisano nella formazione e nella ricerca e sviluppo per vincere insieme la sfida della mobilità sostenibile, garantendo investimenti e posti di lavoro in Italia".



  • Auto, il digitale crea lavoro
    8 maggio 2021 - Dai progili digitali a quelli più tecnici, l'automotive ha fame di nuove professionalità. Lo sostiene MotorK, provider che vanta diverse partnership con Case auto e concessionari, che stima in circa 10mila i nuovi posti di lavoro che si potrebbero creare solo nella distribuzione auto da qui ai prossimi tre-cinque anni grazie al digitale. Ma quali...

  • Tasse sui veicoli: il tesoretto europeo
    5 maggio 2021 - Ammonta a 398 miliardi di euro il gettito fiscale che arriva nelle casse dei principali Paesi della Ue dalle imposizioni nei confronti delle auto e dei veicoli a motore. Ad essere più "tartassati" sono gli utenti del Belgio che pagano 3.187 euro all'anno per ogni auto, mentre la quota più bassa sui singoli automobilisti tocca agli spagnoli...

  • Un aprile da dimenticare
    3 maggio 2021 - In aprile sono state immatricolate 145.033 autovetture. Un dato da leggere nel confronto non con lo stesso mese dell'anno scorso, quando il lockdown ha portato a targare soltanto 4.295 vetture nuove, ma con aprile 2019, per un calo del 17,1 per cento; percentuale molto simile nel rapporto tra il primo quadrimestre 2021 con quello di due...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK