Seggiolini anti-abbandono, arriva la legge
che obbliga all’utilizzo di sistemi di allerta

Un "beep" potrà salvare la vita di un bambino in macchina. A giorni sarà legge infatti, l'obbligo di installazione dei dispositivi anti-abbandono sui seggiolini, per i bimbi di età inferiore ai quattro anni. La ministra dei Trasporti Paola De Micheli ha firmato il decreto attuativo dell'articolo 172 del nuovo codice della strada per prevenire l'abbandono di bambini nelle auto.

Una misura che si spera possa mettere un argine ai tragici casi di cronaca come quello più recente accaduto a Catania: un padre ha lasciato per cinque ore sotto al sole un bimbo che doveva portare all'asilo per un inspiegabile "black out" nella sua mente. In effetti l'obbligo di installazione dei seggiolini sarà operativo non appena il decreto legge verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale nei prossimi giorni. E sono allo studio anche agevolazioni fiscali.

Sul seggiolino ci sarà dunque un sistema di allarme che, connesso allo smartphone, ricorderà al guidatore tramite un segnale sonoro, della presenza del piccolo passeggero a bordo, prima che lo stesso guidatore esca dal veicolo. Obiettivo della normativa, è salvare più vite possibili. A parte l'ultimo già citato caso di Catania infatti, dal 1998 in Italia sono state ben nove le morti di bambini dimenticati in auto, con un tragico copione che si è ripetuto ogni volta.

Genitori che dimenticano i bimbi pensando di averli già portati all'asilo.Tra i casi più recenti, nel 2018 una bambina di un anno è rimasta nell'auto del papà per ore, nel parcheggio della ditta dove l'uomo lavorava a Pisa. Mentre nel 2016, a Livorno, una bimba di 18 mesi fu dimenticata dalla mamma in auto e morì. E per fortuna ci sono casi a lieto fine: come quello di due gemellini, nel 2011, salvati a Roma da un passante.



  • Settore auto a rischio credito
    11 novembre 2019 - Insolvenze in aumento e vendite in stallo. Sono le previsioni per i prossimi dodici mesi di Atradius - gruppo che opera nell'assicurazione dei crediti commerciali, cauzioni e recupero crediti - contenute nell'ultima edizione dell'osservatorio sul mercato automobilistico 'Market Monitor'. A risentire dei mancati pagamenti, stimati in...

  • Ottobre, in Italia mercato in recupero
    8 novembre 2019 - Continua il recupero, solo apparente, della domanda di autovetture a ottobre, con 156.851 vetture immatricolate, in crescita del 6,7 per cento rispetto alle 147.039 di ottobre 2018. Il confronto è infatti influenzato dalla debolezza dello stesso mese dello scorso anno, che fece registrare una diminuzione del 7,2 per cento. Si attenua quindi...

  • 80mila officine, per servirvi
    6 novembre 2019 - Un rapporto adeguato, secondo l'Osservatorio Autopromotec, quello tra il numero di officine censite nel 2018 e il circolante, ovvero 83.231 (di cui più di 21.000 sono clienti dei consorzi AsConAuto) per oltre 39 milioni di vetture. Detto in altre parole, si stimano 469 vetture per ogni punto di assistenza: carrozzerie, elettrauto, gommisti...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK