Un aprile da dimenticare

In aprile sono state immatricolate 145.033 autovetture. Un dato da leggere nel confronto non con lo stesso mese dell'anno scorso, quando il lockdown ha portato a targare soltanto 4.295 vetture nuove, ma con aprile 2019, per un calo del 17,1 per cento; percentuale molto simile nel rapporto tra il primo quadrimestre 2021 con quello di due anni fa, -16,9. A metterci il carico da 11 la considerazione che, a differenza di quest'anno, nel 2019 non erano in vigore gli incentivi per le vetture più richieste, cioè quelle con emissioni di CO2 da 61 a 135 gr/km; lo stanziamento di 250 milioni di euro ha sostenuto la domanda senza riuscire a compensare completamente l'impatto della pandemia.  

Secondo il Centro Studi Promotor, una volta esaurita la spinta degli incentivi prenotati prima dell'esaurimento dei fondi, avvenuto l'8 aprile, per il mercato dell'auto si aprirà una crisi ben più severa di quella del primo quadrimestre di quest'anno, che potrebbe portare a un consuntivo 2021 anche molto al di sotto del risultato già catastrofico del 2020 in cui, con 1.381.646 auto vendute, si è ritornati ai livelli di 50 anni fa.

"È assolutamente necessario", ha commentato il presidente del Centro Studi, Gian Primo Quagliano, "che il Governo disponga senza ulteriori indugi il rifinanziamento degli incentivi previsti dalla legge di Bilancio per il 2021 per la fascia di emissioni da 61 a 135 gr/Km di CO2. Per evitare il collasso del mercato dell'auto non si può certo aspettare il PNRR e ciò per due eccellenti ragioni: la prima è che i tempi sarebbero troppo lunghi e la seconda è che il PNRR praticamente ignora l'automobile".

  • Auto, il digitale crea lavoro
    8 maggio 2021 - Dai progili digitali a quelli più tecnici, l'automotive ha fame di nuove professionalità. Lo sostiene MotorK, provider che vanta diverse partnership con Case auto e concessionari, che stima in circa 10mila i nuovi posti di lavoro che si potrebbero creare solo nella distribuzione auto da qui ai prossimi tre-cinque anni grazie al digitale. Ma quali...

  • Tasse sui veicoli: il tesoretto europeo
    5 maggio 2021 - Ammonta a 398 miliardi di euro il gettito fiscale che arriva nelle casse dei principali Paesi della Ue dalle imposizioni nei confronti delle auto e dei veicoli a motore. Ad essere più "tartassati" sono gli utenti del Belgio che pagano 3.187 euro all'anno per ogni auto, mentre la quota più bassa sui singoli automobilisti tocca agli spagnoli...

  • Un aprile da dimenticare
    3 maggio 2021 - In aprile sono state immatricolate 145.033 autovetture. Un dato da leggere nel confronto non con lo stesso mese dell'anno scorso, quando il lockdown ha portato a targare soltanto 4.295 vetture nuove, ma con aprile 2019, per un calo del 17,1 per cento; percentuale molto simile nel rapporto tra il primo quadrimestre 2021 con quello di due...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK